Public Design Festivaluna produzione di esterni

Consiglio di Zona 6
ied
Spazio Abitare
 
Registrazione




Effettua la registrazione
Guarda chi c'č

And if Internet doesn’t exist? Civitacampomarano is a tiny village in the South of Italy with just 400 inhabitants where the connections are practically [..] 5 months ago from the tumblr

Studio Tacloban e i loro progetti per i cittadini
link #publicdesignfestival
4 years ago Twitter

Se in tempo di crisi le Grandi Opere Pubbliche, ossia interventi su grande scala pensati per "il conseguimento del pubblico interesse" non sono possibili, esterni propone un piano di Piccole Opere Pubbliche. Interventi su piccola scala, pensati per il bene di piccole comunità.

E' quello che succede prima e durante il Public Design Festival nel Quartiere Operaio Umanitaria di via Solari 40, di proprietà comunale.
Costruito nel 1906, il Quartiere Operaio Umanitaria è uno degli ultimi esempi di un'architettura che poneva al centro la comunità. Intorno alle residenze vennero progettati spazi di condivisione come la biblioteca pubblica, l'asilo, la palestra, la bocciofila, i lavatoi.

Dopo anni di disattenzione, oggi il Quartiere è in via di trasformazione e rinnovamento. L'obiettivo è quello non solo di riqualificare gli appartamenti ma anche costruire un nuovo modello di comunità.

Con la partecipazione dei residenti, l'aiuto di Spazio Abitare e del Consiglio di Zona 6, esterni insieme a 34 studenti di master dello IED contribuisce a questa Piccola Opera Pubblica: nello spazio abbandonato della ex bocciofila, in disuso da due decenni, disegna una nuova piazza. Spazio di incontro e condivisione per i residenti, punto di partenza per costruire una nuova comunità che si estenda alla scala urbana.

Guarda le foto

PUBLIC EVENT

Venerdì 12 aprile - dalle 12.00 alle 18.00
QUARTIERE UMANITARIA, Via Solari 40


Apertura ufficiale della nuova Bocciofila
Pranzo con i residenti del quartiere




Closing party

Staff

Ospitalità di...